Allenamento al Femminile: 5 particolari che fanno la differenza!

5 punti allenamento al femminile

Oggi ti mostrerò 5 punti su cui concentrarti per fare la differenza e rendere produttivi gli sforzi verso il tuo obiettivo:
  1. Valutazione di te stessa
  2. Focus e concentrazione (non solo negli allenamenti)
  3. Scelta degli esercizi & parametri allenanti (volume/intensità)
  4. Programmazione a lungo termine
  5. Pazienza!

L’equilibrio è sempre la parola chiave in tutto e l’allenamento non fa eccezione.

Troppe volte questo viene raggiunto solo dopo anni di esperienza e “testate” fallimentari contro metaforici muri, il processo dell’errore che porta ad una personale correzione per evitare di rifarsi del male inutilmente.

A volte trovare la tua strada viene reso difficile da periodi negativi che portano a un continuo tira e molla e di conseguenza perché i risultati non arrivano, ci si demotiva e si entra nel circolo vizioso del “chi me lo fa fare?”.

Come puoi velocizzare questo processo di apprendimento e di conoscenza di te stessa prendendo meno muri sulla fronte possibili?

Partendo dal primo punto dell’elenco di sopra con alcune domande che potrebbero sembrarti non azzeccarci nulla con l’allenamento:

Conosci veramente te stessa?

  1. Riesci ad essere obiettiva nel valutare i tuoi punti deboli e i tuoi punti di forza?
  2. Hai un obiettivo, un sogno da realizzare?
  3. Hai chiari gli step per raggiungerlo e tutto ciò che ti serve?

Se hai risposto “si” in modo deciso e sicuro alle domande sopra molto probabilmente sei già sulla buona strada per la riuscita del tuo obiettivo e troverai più che utili i punti successivi.

In caso contrario conoscere le armi che si hanno a disposizione è prioritario per vincere la battaglia.

A dirla tutta senza aver chiaro un obiettivo e i mezzi per raggiungerlo è praticamente impossibile fare un qualsiasi cambiamento soddisfacente e duraturo nel tempo.

Dedicare del tempo a pensare al proprio obiettivo, a dipingere la situazione ed immaginarsi lì non è tempo perso, al contrario aiuta ad allontanare incertezze, dubbi e paure.

Una volta definito chiaramente il tuo obiettivo concentrati sui tuoi valori, sui tuoi punti di forza e sulle risorse che hai a disposizione o a cui puoi accedere cercando di usarle per migliorare ciò che fino ad ora ti aveva fatta guidare con il freno a mano inserito.

Ora potresti concludere la lettura, fermarti a riflettere e iniziare la corsa verso il tuo obiettivo.

Quindi se è così “semplice” perché molte si perdono per strada inciampando in sassolini?

Perché per loro sono montagne e continuano a ripeterselo finche il sassolino a cui bastava dare un calcio per proseguire diventa una montagna a cui se dai un calcio ti fai solo del gran male.

Una volta creata questa base di consapevolezza veniamo al secondo punto dell’elenco iniziale:

Il focus.

La concentrazione, la capacità di estraniarti dal contesto per essere completamente focalizzata su qualcosa che è per te di primaria importanza.

Questo ha dei risvolti che sfiorano la comicità se pensiamo all’allenamento in sala pesi;

da un lato una ragazza con cellulare sempre in mano, guantini e scarpe in tinta che di faticare non ha la minima voglia perché vorrebbe dire sudare e scompigliarsi i capelli.

Dall’altra parte della sala mani e pantaloncini sporchi di magnesite, bilanciere più carico della palestra, musica a palla nelle orecchie e ringhio pronto per chiunque la disturbi.

Un po’ caricaturale l’esempio ma sono sicuro che avrai comunque riconosciuto qualcuna della tua palestra in una o nell’altra tipologia.

In entrambi i casi si vuole dimostrare qualcosa a qualcuno, a volte anche a sé stessi, ma non è