Bikini VS Figure

Spesso si vedono ragazze in gara con un fisico non adatto alla categoria che affrontano, non mi riferisco solo alla forma fisica, ma proprio alla conformazione e le caratteristiche dell’atleta.

La scelta di una categoria alle volte è obbligata per una atleta, nel senso che se si è altamente mature muscolarmente, difficilmente si potrà partecipare ad una categoria bikini, ma non sempre è così.

In genere Bikini si nasce e difficilmente una ottima bikini diventerà una figure vincente (a parte qualche raro caso), in più per molte ragazze Bikini è uno stile di vita.

Spesso atlete mature (over 35-40) con 10 anni di allenamento sulle spalle sono delle bikini perfette più per le loro caratteristiche che non per il livello di preparazione, e altrettanto spesso, atlete giovani con pochi anni di allenamento ma con leve corte e ventri muscolari molto pieni risultano essere delle figure imbattibili.

Ma vediamo bene le differenze tra le 2 categorie.

LE DIFFERENZE

Caratteristiche Bikini

  • Leggero V shape

  • Clavicola moderatamente larga e parallela al pavimento

  • Vita stretta soprattutto in visione laterale

  • Sviluppo moderato ma visibile della parte superiore del corpo

  • Buona ipertrofia dei glutei e delle gambe ma con tiraggio moderato.

  • Schiena non ipertrofica ma segnata

  • Sarebbe utile un leggera iperlordosi non dolorosa.

  • Bellissime inserzioni muscolari

  • Definizione per nulla estrema

  • Qualità muscolare quasi assente

  • Vascolarizzazione quasi assente se non leggera su addome e spalle.

Caratteristiche Figure

  • X shape

  • Clavicola larga e parallela al pavimento

  • Vita stretta in visione frontale e laterale… buon vacuum

  • Ottimo sviluppo di tutti i distretti muscolari in maniera uniforme.

  • Schiena muscolosa e marcatamente segnata

  • Sarebbe meglio una leggera iperlordosi non dolorosa.

  • Buone inserzioni muscolari

  • Definizione ottima o estrema (dipende dalle federazioni)

  • Qualità muscolare e definizione ottime

  • Vascolarizzazione evidente.

Differenze di preparazione

  • Alimentazione: NESSUNA

  • Integrazione: NESSUNA

  • Peak week: NESSUNA

  • Peak day: NESSUNA

  • Bilancio elettrolitico: NESSUNA

  • Allenamento: gambe, glutei e addome di basilare importanza per le bikini.

  • Per la Figure tutto prioritario soprattutto schiena, spalle, addome, braccia e ovviamente gambe e glutei.

  • In entrambe i casi bisogna fare attenzione nell’allenamento del petto per evitare eccessivi svuotamenti del seno, o problemi in caso di protesi.

  • Posing tecnicissimo e non forzato per la bikini.

  • Posing tecnico e specializzato nel tenere la forzatura senza apparente sforzo per la figure.

Ora sta a voi decidere dove fare il vostro primo passo…

Buona strategia a tutte…

P.S. Per approfondire tutto il tema del Bodybuilding legato al femminile, ho creato un nuovo corso online verticale su questo aspetto! Clicca sull’immagine qui sotto.

Condividi l'articolo se ti è piaciuto, cliccando
sui bottoni qui sotto

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COMPILA IL FORM PER PARTECIPARE ALLA SELEZIONE
PER LA BORSA DI STUDIO
DI 500€

Inserisci i tuoi dati per essere ricontattato e sapere se ci sono ancora posti disponibili

*Campi obbligatori

L'intervento di Fabio Zonin

L'intervento di Roberto Amorosi

L'intervento di Michele Spreghini

L'intervento di Fabio Morbidini

L'intervento di Mario Civalleri

Per accedere alla scuola è necessario inviare un curriculum vitae che elenchi le seguenti informazioni.
  • Nome e Cognome
  • Data e luogo di nascita
  • Indirizzo di residenza
  • Esperienze formative (corsi, master, stage, workshop), indicando sempre l’ente di formazione.
  • Esperienze lavorative nel mondo della palestra, del body building, del power lifting e del weight lifting.
  • Curriculum sportivo (se presente) con relative gare e piazzamenti.
  • Se si sono già avute esperienze di preparazione di atleti, e per quali tipo di competizioni, elencare il nome degli atleti preparati, le gare fatte ed i relativi piazzamenti.
  • Se si sono già avute esperienze di preparazione come atleta con altri preparatori, specificare il nome del preparatore.