I limiti di crescita muscolare e definizione nel natural body building

STAI OFFENDENDO LA MIA INTELLIGENZA !!!

Queste sono le parole che spesso mi tocca sentire quando pubblico qualche foto dei miei atleti.

STAI OFFENDENDO LA MIA INTELLIGENZA!!!

E nel dirlo offendono l’intelligenza altrui usando parole forti tipo: SEI UNO SPROVVEDUTO, oppure MA NON RIESCI A CAPIRE, o anche LO SANNO TUTTI CHE è IMPOSSIBILE, poi SEI UN CRETINO, ed infine (questa è la più bella) LO SANNO TUTTI CHE CERTE “ROBE” NON SI POSSONO TROVARE CON I TEST.

Innanzitutto bisognerebbe capire dov’è l’intelligenza di questi soggetti che si basano su sentito dire e sulla fiducia di persone che di natural non hanno nulla a che fare, e nel farlo non fanno altro che essere giudicanti elevandosi ad “eccellenza” del settore che sa già tutto e che non ha bisogno di mettersi mai in discussione.

Un po’ di storia… ERA IL LONTANO 2010

Nel 2010 un cliente della mia palestra vede le foto del campionato Italiano NBFI su un molto artigianale sito, e mi dice, QUI DENTRO CI POSSO STARE ANCH’IO, e così mi chiede di prepararlo per la gara del 2011.

Lo preparo (con vecchi sistemi) e arriva DECISAMENTE spellato, molto molto definito e qualitativo, ma da ectomorfo puro, con pochi muscoli.

Puntiamo sulla qualità e basandoci sulle foto dell’anno prima ci accingiamo a fare una gara che sarebbe dovuta andare benissimo, ma purtroppo un sacco di atleti avevano fatto lo stesso suo ragionamento, e proprio quell’anno ci si ritrova in una categoria di 21 persone (contro le 5 dell’anno prima) con atleti del calibro di Davide Donati e Enzo Nardino.

Rimango letteralmente a bocca aperta vedendo la quantità e la qualità di tali atleti.

Il primo pensiero fu: SONO TUTTI DOPATI!!!!

Bene… tornai a casa con un 9° posto e il pensiero di non metterci più piede li dentro.

Ma qualcosa non mi convinceva… ero certo che molti atleti conosciuti di persona fossero puliti (mi fido del mio istinto), e allora ci riprovai l’anno successivo.

Stesso atleta + un altro… me stesso.

Stessa situazione, risultato peggiore… lui 13° su 23 ed io quinto su 5.

Ecco la conferma della mia mente limitata… SONO TUTTI DOPATI!!!

Dopo 1 giorno era già in palestra a smaltire quell’ultimo posto pensando come fosse possibile una roba del genere e più ci pensavo e meno mi convincevo che il problema fosse il doping… continuavo a ripetermi “Ricky sei tu quallo che ha la mente bacata, e non loro…. Sei tu che credi di sapere tutto ed invece non sai un C….O !!!”

2013

Non mi convince affatto la cosa… non mi adatto… non mi sta bene.

E allora inizio a ragionare, a pensare, prendo i vecchi testi di allenamento ed alimentazione e cerco di vederli da una prospettiva diversa.

Stavolta ho per le mani 6 atleti. La NBFI inizia a mettere le categorie “bikini” (prima si chiamavano diversamente) e io ho 3 bellissime atlete e 2 maschietti niente male (quello degli scorsi anni molla) ed il sottoscritto che mi ripresento sul palco.

Si arriva alla fatidica scarica-ricarica e scelgo di non far scaricare completamente i ragazzi e di non farli smettere di bere (come si faceva anni fa).

Uno dei ragazzi scarica con 100 gr di carbo (una volta impensabile) e l’altro addirittura con 250 gr.

Il risultato fu ottimo.

Nel medi il mio atleta finisce fuori dai 6 facendo un settimo posto su 15 (ottimo direi),

Le ragazze fanno un 5°, un 4° e un 2° posto su una categoria di 5 (erano altri tempi… le donne non capivano ancora quanto sono belle a fare body building)

Nei mosca, su 17 atleti si porta a casa un bel quarto posto!!!!

MA ALLORA E’ POSSIBILE esclamo… ALLORA NON SONO TUTTI DOPATI!!!

A proposito…. Il sottoscritto nettamente migliorato ma 4° su 4.

Ed inizio a ragionare, pensare e provare…

Ma il team si scioglie sotto la pressione dell’ego degli atleti. La delusione è fortissima per loro (anche la seconda classificata che sino a 8 mesi prima girava con il Burka in palestra perché si faceva schifo) e mi rimane solo Lorenzo (il 4° nei mosca).

Decido di lasciare il body building, deluso dall’ego di persone che non apprezzavano i miei servizi GRATUITI (al tempo) e COSTANTI.

2014

Ma a gennaio 2 atleti mi chiedono di seguirli, anche se la delusione è forte decido di accoglierli e seguirli per il 2014.

Entro in contatto con molte persone nella NBFI, partecipo a seminari, ascolto professionisti di grande valore, apprendo nuove tecniche (nuove per me) e trovo conferme di alcune cose che già facevo senza sapere perché funzionassero.

Era il tempo dell’esordio del Natural Peaking con i protocolli di Mike Lipowsky importati dall’America.

Inizia ad applicare tali protocolli e vedo risultati inauditi.

Risultato: Alessandro Cardaras 1° classificato categoria medi e Marco Bassi 1° classificato categoria Leggeri + titolo assoluto davanti ad un atleta che dopo pochi giorni risulta positivo ai test antidoping.

EVVIVA !!! CE L’HO FATTA !!! NON MI SONO FERMATO AL PENSIERO DEL DOPING E DOPO 3 ANNI PORTA A CASA 2 VITTORIE !!!

Bene… Marco e Alessandro vanno a gareggiare in Svizzera e in America ai mondiali… torno a casa folgorato ed esclamo nuovamente SONO TUTTI DOPATI!!!

Ci sono di nuovo dentro… penso che siano tutti dopati… vedo bestie di 100 kg con le striature sui glutei e non posso fare altro che pensare questo.

Ma esattamente come il 2011 non mi adatto… non ci credo veramente e comincio di nuovo a cercare, studiare e lavorare.

2015 Lorenzo Vagnoli campione Italiano Juniores NBFI e Giambelli Mirko campione italiano mini mosca NBFI e podio agli italiani AINBB con Serena Raponi nelle figure.

Inizio a crederci di nuovo… studio ed approfondisco…

2016 in NBFI, Marco Cerri campione italiano nei Gallo e Matteo Mazzotti campione italiano nei leggeri, più 7 atleti a podio nelle loro categorie in AINBB

Sono veramente sulla strada giusta…

2017 sempre NBFI, Cosimo De Angelis campione italiano Man Physique medium e titolo assoluto e Alessandro Manfredi campione italiano nei medio massimi e titolo assoluto…. A Rimini in AINBB Patrick Miglioranza centra un secondo posto al mondiale INBA. A Boston lo stesso anno, Cosimo De Angelis vince il campionato del mondo WNBF e Alessandro Manfredi è terzo nei Medi.

EVVIVA !!! CE L’HO FATTA!!! NON MI SONO FERMATO AL PENSIERO DEL DOPING E DOPO ALTRI 3 ANNI PORTO A CASA 1 MONDIALE E PIAZZAMENTI !!!

2018 di nuovo NBFI e AINBB… Gelmi Daniele e Udeschini Daniel campioni italiani Man physique in NBFI e Jessica Macera Campionessa Italiana assoluta nelle figure in AINBB, nonchè campionessa Europea e podio al mondiale ICN.

La cosa che va detta è che nel frattempo, il livello si è alzato mostruosamente e la parola SONO TUTTI DOPATI è sempre di più sulla bocca di tutti.

ARRIVIAMO AL PUNTO… LA MASSIMA CRESCITA NEL NATURAL BB

Bene… ora vediamo di rispondere a questa domanda che tanto ci lascia dubbi.

Il NATURAL ha bisogno di 4 cose per esprimersi al meglio

  1. Allenamento pesante… molto pesante.
  2. Allenamento voluminoso… molto voluminoso.
  3. Alimentazione controllata lontana dai bagordi e dalle ricariche “ad cazzum” o “porco diet”
  4. Tempo… tanto tempo !!!

Insomma… chi ha la fortuna di iniziare presto a lavorarci sopra con intelligenza probabilmente nel tempo potrà sviluppare masse, volumi e tiraggi veramente importanti.

Ovviamente non mi riferisco alle masse di HP+40-50 del mister Olympia, ma un HP+15 (per chi non sa cosa vuol dire HP+15: un peso corporeo di 15 kg superiore alla propria altezza escluso il metro.

Esempio: 180 cm – 100 = 80 + 15 = 95 kg di peso su una altezza di 180 cm) credo che tra non molti anni possa essere un traguardo raggiungibile da molti atleti d’elite, ed in alcuni casi rari è già stato superato.

Per raggiungere questo livello l’atleta natural ha bisogno di lavorare sul suo sistema nervoso, ti ricordo che una delle primissime cose che fa il il doping è quella di potenziare il sistema nervoso in maniera praticamente immediata, infatti non è raro vedere doped al loro primo ciclo che passano da 100 kg a 180 di panca in 1 mese, e questa pratica per il natural richiede tantissimo tempo, e in alcuni casi non arriverà mai (sta cavolo di genetica).

Per quel che riguarda il tiraggio invece, l’atleta d’elite natural ha già raggiunto e superato in moltissimi casi il doping, e secondo me non siamo ancora arrivati alla massima espressione.

Quindi per rispondere alla domanda iniziale, ovvero, QUALI SONO I LIMITI DI CRESCITA E DEFINIZIONE NEL NATURAL BODY BUILDING?

NON SAPREI !!!

Nessuno può sapere cosa succederà nei prossimi 10 15 anni.

Prendiamo un ragazzo di 18 anni geneticamente portato, alimentiamolo e alleniamolo in maniera intelligente per 20 anni, cosa può saltar fuori a 38 anni?

Adesso non lo possiamo sapere perché sino ad ora era tutto un prova e riprova e solo da poco tempo si può capire cosa fare in maniera indirizzata con un atleta natural, ma tra 20 anni lo scopriremo.

CONCLUDENDO

Voglio rispondere in maniera chiara e decisa a tutti quelli che nel chiudersi a riccio nella propria ignoranza sputano veleno su chi invece gira il mondo e si fa esperienze e studi diversi.

SEI UNO SPROVVEDUTO: non mi fermo mai e cerco di avanzare sempre, non mi rassegno alla mia ignoranza e cerco sempre di ampliare la mia cultura e la mia esperienza sapendo perfettamente che c’è SEMPRE qualcuno che ne sa più di me, e soprattutto ammetto i miei limiti e cerco sempre di superarli… Alla fine posso dire che GLI SPROVVEDUTI SIETE VOI che non avete voglia di darvi da fare ed ammettere che SIETE IGNORANTI, perché darsi da fare è faticoso !!!

MA NON RIESCI A CAPIRE: io molto spesso non riesco a capire come possa una persona che NON TRATTA una materia pretendere di CAPIRE DI Più DI CHI LA TRATTA OGNI GIORNO DA ANNI !!! Siete voi a non capire… dietro alle vostre tastiere e i vostri schermi… non capite che c’è chi gira il mondo e si fa un’idea tutta diversa da voi, e NON SI ADATTA mai a rimanere dietro la tastiera.

LO SANNO TUTTI CHE è IMPOSSIBILE: ma chi lo ha detto? Qualcuno che ha convenienza a rimanere dietro la tastiera? Oppure chi riesce a pagarsi 20.000,00 euro di bombe per una gara vendendole a sua volta a tanti sprovveduti come te?

SEI UN CRETINO: sono un cretino a perdere tempo a rispondere a tali affermazioni.

LO SANNO TUTTI CHE CERTE “ROBE” NON SI POSSONO TROVARE CON I TEST: vero… certe “robe” non si trovano ai test… ma se mi fermavo a quel pensiero adesso ero esattamente come te, dietro ad una tastiera con il fegato gonfio di rabbia (e bombe) a scrivere sproloqui sulla base di una esperienza fatta su Google. Invece mi accingo a partire nuovamente per Los Angeles con 7 atleti al seguito ed il cuore gonfio di 

speranza e consapevolezza che anche questa volta non mi adatterò a dire SONO IL MIGLIORE E QUINDI GLI ALTRI SI DOPANO, ma mi fermerò come sempre con la testa tra le mani a chiedermi… E ADESSO? DA DOVE RIPARTO?

Alla fine non si sa dove si può arrivare, ma quello che so è che in realtà, per ora, il limite è più nella testa che nel corpo, poi un domani si arriverà sicuramente al limite anche fisico, ma secondo me ad oggi siamo al 70% del potenziale che si potrà esprimere nei prossimi 20 anni.

In tutto questo percorso che NON mi vedrà sul campo per altri 20 anni (mi ci vedete a 70 anni sotto il palco a urlare?) ringrazio tutti quelli che mi hanno aiutato ad aprire la mente… i miei atleti:

Marco Bassi,

Alessadro Cardaras,

Giambelli Mirko,

Vagnoli Lorenzo,

Mazzotti Matteo,

Marco Cerri,

Alessandro Manfredi,

Cosimo De Angelis,

Jessica Macera,

Daniel Udeschini,

Daniele Gelmi,

Ciro Adamo,

Patrick Miglioranza,

Serena Raponi,

Mellone Antonio,

Marino Marini,

Cafarella Simone,

Mauro Scarponi,

Zhupa Romeo,

Iseppi Chiara,

Nutricati Nicoletta,

Tessitore Ida,

Renzi Lara,

Vetro Dayana,

Principe Mario,

Pelati Federica,

Iris Padoan,

Angela Giorgia,

Galvani Alessandro,

Alex Grosso,

Simonetta Nolfo,

Sabrina Tanci,

Nicoletta Nutricati,

Mattia Agostinelli,

Angelo Benedetto,

Bignotti Angelo,

Davide Cannolicchio,

Fabio Caruso,

Francesca Giannoni,

Zdenko Grecner,

Cecilia Mignarri,

Morinelli Manuel,

Valentina Perrotta,

Francesca Casola,

Lorenzo Raffi,

Comparone Luigi,

Migliorati Samantha,

Massimo Bragalini,

Mabe Fredric,

Somenzi Vasco,

Capelloni Marco,

e tutti gli atleti che in questo momento non ricordo ma che porto con me nel cuore.

Se sei un appassionato di Natural Bodybuilding e sei un Personal Trainer che vuole incrementare i risultati dei propri clienti in maniera sostenibile, sei il benvenuto nella mia Academy Gratuita su Facebook.

Per entrare ti basta cliccare qui, ti si aprirà messenger (poi clicca su INVIA).

Buon Bodybuilding Sostenibile

Riccardo Grandi

Riccardo Grandi

Riccardo Grandi

Leave a Replay

Prima di andartene...

ENTRA NELLA MIA ACADEMY SU FACEBOOK GRATUITAMENTE!

Ti basta cliccare sul bottone qui sotto per avere accesso a contenuti settimanali su: bodybuilding, allenamento, nutrizione e mindbuilding.

*apre su messenger, clicca poi su inizia