SBB EVOLUTION 2024 - Clicca qui

ICN: Vincere il Mondiale natural in una categoria mai fatta

Il mondo del Natural Bodybuilding si evolve e, con esso, anche le categorie e le competizioni; in questo post Mauro Scarponi ci porta con sé nella sua esperienza di gara mondiale della Federazione “I-Compete-Natural (ICN)”.



Le radici dell’ICN si rinvengono nel contesto Natural australiano degli anni 90.  Nel 1991 venne fondata l’Australian Natural Bodybuilding Federation (ANBF), l’organizzazione principale dedicata a promuovere il bodybuilding senza l’uso di sostanze proibite.

Nel 2017 viene fondata l’ICN dalla stessa ANBF,  con l’intento di creare una federazione più inclusiva e accessibile per gli atleti che desiderano competere in un ambiente natural.

Questa organizzazione si è rapidamente distinta per il suo impegno verso la trasparenza, la giustizia e la promozione di uno stile di vita sano e naturale. Con un’enfasi particolare sull’etica sportiva e sul benessere degli atleti, la ICN ha introdotto rigorosi protocolli di test antidoping (la prima a introdurre nel Bodybuilding test antidoping di livello olimpico) e ha lavorato per assicurare che le competizioni fossero equilibrate e giuste per tutti i partecipanti.

Con il tempo, la ICN è cresciuta in popolarità e ha guadagnato riconoscimento sia a livello nazionale che internazionale, attirando un numero maggiore di partecipanti e spettatori.


Questo ha portato a un ampliamento delle categorie di gara e a un incremento delle opportunità per gli atleti Natural di dimostrare le loro capacità in un contesto competitivo.

Da qui la nascita dell’attuale I-Compete Natural (ICN) di livello Mondiale, nello stesso anno AINBB entra a far parte del circuito, con la conseguente diramazione in tutta Europa.

Attualmente ICN conta 103 paesi affiliati, tra quelli più attivi in Europa abbiamo Italia, Spagna, Francia e tutto l’Est Europeo, ad oggi il social network conta più di 40.000 iscritti.

I continenti più forti sono Australia e Asia ma l’Europa sta prendendo piede e guadagnando terreno, in più da quest’anno rientreranno nel circuito anche gli Stati Uniti. 

Attualmente ICN si pone al primo livello riguardo la qualità dei test antidoping. Grazie alla convenzione con laboratori di livello internazionale viene fatto un test WADA (WorldAntiDopingAgency) completo, con tanto di  IRMS (isotope ratio mass spectrometry) cosa che non viene eseguita da nessun’altra associazione (causa l’elevato costo) ma è proprio questo esame aggiuntivo che va a scovare il 99% dei positivi 😉.

A dimostrazione di questo, c’è il fatto che ICN in Europa e la AINBB in Italia, continuano a trovare atleti positivi ogni anno!

Mauro scarponi icn men's physique 2023

La storia delle categorie maschili nella ICN (iCompete Natural) si è evoluta nel tempo per riflettere la diversità degli atleti e degli obiettivi di fitness. Originariamente, le competizioni di bodybuilding tendevano a concentrarsi su un unico tipo di fisico, ma con l’evoluzione dello sport e l’introduzione di nuove filosofie e approcci alla cultura fisica e alla salute, la ICN ha ampliato le sue categorie per accogliere una gamma più ampia di forme fisiche.

Guardale nel documento ufficiale qui sotto o visita il sito

Per avere accesso a questo mondiale ICN avevamo a disposizione due occasioni:

  1. il The Night of the Natural a Perugia, gara di fine luglio

    oppure
  2. il The Best Natural in Show a Brendola (VI), gara di fine ottobre, circa una settimana prima del mondiale. 

Abbiamo scelto la prima opzione, sia per comodità logistiche, (Perugia é più vicina a Roma rispetto a Brendola); sia per comodità pratiche. La selezione di Perugia non era infatti troppo lontana come tempistica dal Campionato Italiano AINBB, che si era svolto come ogni anno i primi di giugno all’interno della fiera RiminiWellness e quindi ero già in ottima forma, visto che avevo gareggiato  in categoria Over 50 classificandomi al 2° posto.

A questo punto si trattava di mantenere la condizione e tirare avanti per altre 8 settimane la preparazione, magari cercando di migliorare ancora qualcosa.

Inoltre questa soluzione di gareggiare a fine luglio mi avrebbe lasciato il periodo estivo un po’ più “tranquillo”. Quindi abbiamo sfruttato questa situazione 😜.

Mauro scarponi icn men's physique 2023

La mia preparazione è stata funestata da diversi eventi familiari avversi. Inoltre,  durante questo periodo, avevo già programmato l’apertura della nuova palestra, evento non di certo procrastinabile.

Come se non bastasse -per non farci mancare nulla- avevo cinque ragazze in preparazione, di cui quattro esordienti l’11 di novembre (10 giorni dopo la mia gara) ed una bikini in una gara “Molto Hard” a fine novembre.

L’alimentazione l’abbiamo gestita lasciando praticamente sempre 4 giorni a settimana medi sia come calorie che come macronutrienti: 2 giorni di ricarica carboidrati, abbassando un po’ le proteine e un giorno di ricarica dei grassi e proteine, facendo combaciare quest’ultimo con il sabato che è il giorno in cui mi rilassavo un po’ visto che era uno dei giorni OFF.

Questa soluzione a mio avviso risulta particolarmente utile a livello sociale, in quanto i grassi e le proteine più alte rendono più semplice la gestione di pasti al ristorante, specialmente per gli amanti della carne come me 😜.

L’allenamento è stato basato su 4 sedute settimanali, iniziando sempre le sedute con una parte di mobilità articolare e riscaldamento specifico.

Andando poi ad aprire la vera seduta con la parte neurale,  basata su esercizi multiarticolari, spesso con varie esecuzioni di serie interrotte e nell’ultimo periodo andando a sfruttare l’enfasi sulle Effective Reps.

Poi una parte di allenamento meccanico molto classico, sia per esercizi multiarticolari che monoarticolari andando a variare i TUT (Tempi Sotto Tensione) durante la programmazione.

Tutto questo alternando esecuzioni Mono e Bilaterali.

La parte metabolica è stata inserita sempre all’interno delle sedute pian piano che ci si avvicinava alle competizioni, occupando progressivamente più spazio rispetto alle altre fasi ma senza esagerare mai, visto che io tendo ad essere sempre abbastanza asciutto (sono un Secco!).

Le sedute terminavano sempre con un po’ di stretching e allungamenti.

C’è anche da tenere in considerazione che nei giorni OFF facevo sempre delle lunghe camminate, del trekking, del pattinaggio o delle passeggiate in bici… Fermo non ci so stare!

Sostanzialmente non abbiamo cambiato un granché rispetto alle preparazioni precedenti.

Mauro scarponi icn men's physique 2023

Per una vita, mi sono autoconvinto che per struttura fisica non potevo competere in categorie estetiche, malgrado mi piacessero tanto.

Infatti diverse volte avevo provato la categoria Sport Model ma con scarsa convinzione e di conseguenza con scarsi risultati.

(Forse non è un caso che i risultati più eclatanti come preparatore li ho ottenuti proprio con la categoria estetica per eccellenza, cioè le Bikini!)

Nella categoria bodybuilding posso tranquillamente affermare di aver vinto parecchi titoli negli ultimi anni, tra i quali:
2 Campionati Italiani AINBB 2015 e 2020,
TBS ICN in 2 categorie h/p-6 e -65 kg,
Campionato Italiano ICN in 2 categorie Over 50 ed h/p-6
e questi sono solo alcuni…

Ma la voglia di categoria estetica era sempre là, latente, tenuta a bada dai successi nel BB, ma c’era 😜.

Ciò che in Italia va bene, può non andare bene al Mondiale!

Fatta questa premessa ti porto la mia esperienza.

A questo punto entrano in gioco gli amici, quelli preziosi, quelli che parlano poco ma quando parlano fanno la differenza.

Il Presidente AINBB Thomas Visentin, amico di vecchia data, nonché mio preparatore in passato (con lui ho vinto il Campionato Italiano nel 2015), ad un paio di settimane dal Mondiale mi annuncia che sarà inserita la categoria Men’s Phisique Over 50, quindi mi dice anche di provarla.

Poi suggerisce ad un altro mio amico storico, Luca Broccatelli (Master Poser) di cominciare a farmi provare il posing per questa categoria .

Io all’inizio resto un po’ titubante.

Presentarmi ad un mondiale in una categoria nella quale non ho nessuna esperienza mi sembra un po’ troppo audace e azzardato.

Ma se lo ha proposto il Presidente e Luca continua ad insistere, vuol dire che  qualche chance per essere almeno competitivo esiste.

Tra le scuse che trovo per non fare la categoria metto anche quella che non ho il costume e non ho tempo per farmelo fare, ma Luca trova subito la soluzione “Ti presto uno dei miei!”

E niente, mi sono convinto, lo faccio, mi butto, comunico la mia decisione al mio Coach Riccardo Grandi ma lui lo prende come uno scherzo e non gli dà peso 😂

Facciamo allora con Luca una lezione di posing on line, lo stretto necessario, senza fronzoli. Per le transizioni improvviseremo, ora l’importante è che risulto bene nelle 4 pose regolamentari obbligatorie e fin qui ci siamo.

Poi il posing lo abbiamo ripassato il giorno prima della gara 😁

Il primo giorno del mondiale ci sono le categorie BB, Naturalmente gareggio nella Over 50… Tutti enormi!

Noi Italiani siamo i più leggeri e qui la giuria internazionale predilige quelli grossi, infatti non rientro nella Top 5.

Quindi fuori dai primi 5 siamo tutti sesti classificati. Giusto così, se vogliono volumi esagerati io non sono competitivo, posso vincere sulla qualità ma con un peso da h/p -5, sulla quantità mi battono facilmente.

Ma per fortuna (o per caparbietà) non è finita: il giorno successivo ci sono le categorie Estetiche.

Riccardo chiede con un messaggio a tutti gli atleti di fare il riassunto delle categorie alle quali partecipano, io gli ricordo che sarò in MEN’S PHYSIQUE Over 50.

Lui mi risponde: “ma davvero? Stai scherzando! Non mi avevi detto niente!”

Io gli rigiro il messaggio nel quale glielo avevo annunciato 😁

E lui mi risponde: “Aoh ma io pensavo che mi stavi a prende’ per il culo! Tu scherzi sempre! 😂😂

E invece stavolta non scherzavo… Si faceva sul serio!

Mauro scarponi icn men's physique 2023

Arriva la mattina della gara; siamo tra le prime categorie ad uscire sul palco, mentre ci scaldiamo inizia lo Show, tutto è magico e spettacolare, degno di un Mondiale.

L’apertura dello spettacolo è semplicemente f-a-n-t-a-s-t-i-c-a.

Sul palco c’è un cantante lirico che esegue splendidamente il “Nessun dorma” della Turandot di Puccini.

Chiude con la fatidica (e in questo caso premonitoria) frase “All’alba Vincerò!”

Si aprono le danze e comincia la gara, l’adrenalina sale, siamo pronti a giocarci un Mondiale in casa, in Italia, a Perugia, a 2 ore fa casa, sicuramente non capiterà ancora!

L’atmosfera è da brividi,  in tanti anni di gare non abbiamo mai visto, così tanta qualità e quantità di Atleti bellissimi, siamo estasiati!

Mentre mi scaldo sento i muscoli belli pieni, sto reagendo alla grande, molto meglio del giorno precedente, ho già mangiato il mio pasto prepalco segreto (prosciutto crudo e gallette💣).

Ricky mi aiuta nel riscaldamento, sistemiamo ancora un po’ il posing, mi osserva e mi dà conferma che la forma è migliore del giorno prima.

Ci chiamano nella sala pump e mi ritrovo con tutti gli altri Atleti che devono salire sul palco con me.

Io sono l’unico Italiano e neanche a dirlo, sono anche stavolta il più leggero.

Dico a Ricky “so tutti grossi pure oggi” 😬

Ma oggi non conta solo il peso e i volumi, conta l’estetica e noi lo sappiamo…

Arriva il momento magico, saliamo sul Palco cominciamo a posare con la presentazione personale sulle migliori pose, come concordato con Ricky e Luca. Vado di doppio bicipite frontale poi laterale, doppio bicipite di schiena e chiusura di addome.

Io ci sono, per la prima volta mi sento veramente a mio agio in una categoria estetica, forse perché sono a confronto con miei coetanei e non con ragazzi più giovani di 20/30 anni 😁

Il posing anche se è stato provato poco, va bene, lo percepisco, è fluido ed ho il conforto di chi mi conosce e mi invia segnali di approvazione.

Ora capisco anche che la giuria apprezza la mia condizione, perché mi mettono al centro del palco e fanno girare gli altri intorno a me per i vari confronti, che durano parecchio.

Poi tutti a fondo palco e c’è la classifica finale.

Cominciano a chiamare gli altri, restiamo alla fine in due, il secondo e il primo classificato, l’altro era il più grosso in assoluto e in quel momento, visti i verdetti del giorno precedente, abbiamo “smaltito” un po’…

Ma è durato poco, perché il presentatore emette il verdetto finale :

Io non ci credo! Vorrei abbracciare tutti! Sul palco come direttore di palco c’è il mio amico Luca, quindi intanto festeggio con lui, poi avrò modo di festeggiare e ringraziare tutti gli altri.

Chi sono tutti gli altri da ringraziare oltre naturalmente gli amici già citati nell’articolo?

Beh sicuramente la mia compagna di vita Cristina con la quale condivido tutto da circa 20 anni, compresa la passione per il bb.

I miei tre figli, che attendono i miei periodi off season per fare qualche sgarro tutti insieme.

Le mie atlete agoniste, con le quali condivido le gioie e le rinunce da affrontare durante la preparazione ma soprattutto condividiamo i momenti magici delle gare ❤️.

Sì devo ringraziare il mio TEAM #muscoliecuore, se tutto funziona alla perfezione é perché abbiamo creato nel tempo un meccanismo perfetto.

Non possono essere un caso tutti i titoli vinti da me e dalle mie ragazze nel 2023.

  • 2 assoluti Bikini di Estremo Prestigio: AINBB RiminiWellness e The Best of BBF 
  • 5 Primi posti in categorie bikini con 4 Atlete differenti tra cui 
  • 3 Campionesse Italiane Bikini
  • 4 Secondi posti Bikini
  • 1 Secondo Posto Wellness 
  • 3 Terzi posti Bikini, Wellness e Figure
I COMPETE NATURAL BODYBUILDING

Mai dire mai.

Il mio 2023 si è aperto decisamente bene, con la vittoria di 2 categorie Bodybuilding nel Campionato Italiano ICN Over50 e H/P-6 e questo mi ha reso già felice.

Ma mai avrei pensato di poter vincere un Mondiale, soprattutto in una categoria estetica e invece nel tempo tutto cambia, tutto si evolve e tutto tramuta.

Ho dovuto aspettare i miei 53 anni per coronare il sogno di tutta una vita.

E ora che cosa farò? 

Questa è una domanda che credo che chiunque abbia vinto un mondiale si sia posto dopo la gara.

Io lo so cosa farò… Continuo a gareggiare e intanto attendo che inseriscano la categoria Sport Model over 50, così provo a vincere anche lí 😂😂!

Mauro Scarponi
– Top Coach SBB

Condividi l'articolo se ti è piaciuto, cliccando
sui bottoni qui sotto

Facebook
WhatsApp
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi saperne di più? Scrivici!